قالب وردپرس درنا توس
Home / Sport / Inter, da Icardi a Lukaku: Brozovic perde i capelli ma non il vizio | Prima pagina

Inter, da Icardi a Lukaku: Brozovic perde i capelli ma non il vizio | Prima pagina




Uno spogliatoio come succede da molte altre parti. Brozovic e Lukaku non li hanno inviati per dire, i due hanno discusso negli spogliatoi alla presenza di molti uomini motivo per contendere uno stile di gioco non molto verticale e troppo orizzontale, con il belga che ha sottolineato che le cose non stavano girando nella giusta direzione. Forse con toni non molto carini. Il fatto è che Brozovic si sentì rimesso in discussione e che poi fu volato in volo tra i due. Tutto normale per coloro che hanno vissuto in uno spogliatoio, ciò che non è affatto normale è che la notizia si è diffusa sulle pagine dei giornali nazionali. All'interno c'è una talpa e non è un po 'preoccupante, soprattutto Oriali e Conte che mettono la sacralità degli spogliatoi in cima alle loro gerarchie.

DALL'ICARDI A LUKAKU ̵

1; Curioso che il fatto sia emerso così rapidamente e altrettanto curioso che Marcelo Brozovic è spesso tra i dissidenti durante l'era Icardi, sebbene a dire la verità il Il croato non è stato l'unico a vedere la fascia da braccio del capitano sul braccio del portatore centrale argentino. Da Icardi a Lukaku, il ritmo è stato breve, un altro indizio del personaggio fumatore del centrocampista di cui si è spesso parlato negli anni per un atteggiamento sopra le righe. Il caso più eclatante sotto la guida di de Boer quando l'allenatore olandese lo mise in rosa per cinque partite per motivi disciplinari. Quindi la parata contro la Sampdoria, sulla punizione di Alvarez, fino alla rottura con San Siro e l'uscita dal campo con gli applausi polemici rivolti al pubblico.

THE HISTORY REPEATS Sembrava una storia finita, quindi la totale fiducia di Spalletti nel cambiare il suo ruolo e iniziare a ricevere risposte rassicuranti. Brozovic diventa il perno del centrocampo nerazzurro, il gioco che gestisce e manovra dozzine e dozzine di palle a partita e macina 12-13 km a partita, il record del campionato italiano. Le ultime sfide hanno visto un calo delle prestazioni del giocatore, che potrebbe anche aver influenzato il suo umore, tanto che alle lamentele di Lukaku ha risposto immediatamente con toni brillanti. Un episodio spiacevole che non influisce su ciò che per un anno e mezzo è stato un percorso chiaro verso la maturazione dell'uomo e del calciatore. Sebbene Brozovic non sia nuovo a queste versioni. Il lupo perde capelli ma non vizio.


Source link